La Danza Classica

Con il termine DANZA CLASSICA si identifica il Balletto in genere. Colleghiamo immediatamente il classico a balletti come “Il lago dei cigni”, “La Bella Addormentata nel bosco”, “Giselle” etc. Fu l’Italia la culla di quest’arte e gli italiani ne furono gli esportatori e gli istruttori in Europa. Ma le più belle fioriture ebbero il loro terreno in Russia, Francia, Inghilterra e non di meno anche in America. Se gli italiani furono gli istruttori del balletto, la Francia (Parigi) ne fu il primo e più grande Teatro Luigi XIII partecipava in persona ai balletti di corte, per i quali scrisse a volte la musica e la sceneggiatura, ma è sotto il Re Luigi XIV ( detto anche il Re Sole), che il balletto francese raggiunse il suo apogeo. Nel 1661 fondò l’Acadèmie Royale de Danse, un corpo di insegnanti che disponeva di una sala al Louvre. La sua fondazione rappresentava l’ufficiale riconoscimento della danza. Nei secoli la danza classica fu codificata sia nella terminologia (in francese), che nei passi e divenne la base di tutte le danze. Ancora oggi se si vuole diventare un danzatore si deve comunque conoscere e studiare la danza classica.